Presentazione del libro "Ugo La Pietra. Le mie giornate particolari con"
FM Centro per l'Arte Contemporanea - via Piranesi 10 Milano

Intervengono: Ugo La Pietra, Marco Scotini, Tommaso Trini.

Il volume raccoglie ventuno brevi racconti, resoconti di giornate e incontri, che hanno in qualche modo condizionato la lunga e articolata attività di Ugo La Pietra, artista e architetto ma soprattutto ricercatore (come egli ama definirsi) nella grande area che abbraccia tutte le discipline della comunicazione.

 

Mercoledì 21 giugno ore 18.30
presso FM Centro per l'Arte Contemporanea

“Ventuno giornate memorabili senza essere esemplari”: così le definisce Marco Scotini nella sua introduzione, paragonando la scrittura di La Pietra alla sua operosità grafica “ideografica, quasi da miniaturista, sempre veloce”. I racconti partono dal 1963 con Lucio Fontana e le avventure con i componenti del Gruppo del Cenobio (Agostino FerrariEttore Sordini, Angelo Verga, Arturo Vermi), si snodano per tutti gli anni Sessanta attraverso gli incontri con Vittoriano Viganò, Nanda VigoSergio Dangelo e altri artisti milanesi, Edouard Mesens, Paolo Rizzatto, Mario Merz, Gianni Pettena, e proseguono con le esperienze condivise con Getulio Alviani e Maurizio Nannucci, Gillo Dorfles, Mila Schön, Alberto Seassaro, Achille Bonito Oliva, Franco Vaccari, Bruno Munari, Alessandro MendiniGaetano Pesce, Roberto Orefice, Davide Mosconi, Fernando De Filippi. Sottolinea Scotini: “Eppure tutti gli episodi hanno lo stesso carattere dei suoi ‘itinerari preferenziali’, di quelle tracce fisiche, inconsce e imprevedibili, che sfuggono a quanto è pianificato, all’immagine consolidata, alla macroscala dei comportamenti sociali conformi e appropriati, tanto al ruolo che alla funzione…”. Sono racconti che svelano – grazie ad aneddoti a volte ironici e a volte amari – alcuni aspetti di persone che hanno contribuito all’evoluzione della storia dell’arte e del design italiano, contribuendo spesso alla trasformazione della nostra società.

 

Caratteristiche tecniche del volume:

15x21 cm

96 pagine

Manfredi Edizioni

Marzo 2017

ISBN: 978-88-99519-42-1

Prezzo di copertina: 15,00 euro

 

Ugo La Pietra vive e lavora a Milano.

Tra le mostre più importanti dal 2007:

2016: Un Art Pauvre, Curated by  Mnam/Cci, Frédérique Paul, Bernard Blistène, Centre Pompidou, Paris, France; 

ABITARE è essere ovunque a casa propria. Opere e ricerche nell’ambiente urbano 1966-2016, Curated by Marco Meneguzzo, MA*GA Museum, Gallarate, (Va), Italy; 

Ugo La Pietra. I gradi della libertà, Laura Bulian Gallery, Milan, Italy;

L'Inarchiviabile, Curated by Marco Scotini, FM Centro per l'Arte Contemporanea, Milan, Italy; 

From the Collection: Bild, Realität und Forschung von 1960 bis 1980, Curated by Gudrun Danzer and Günther Holler-Schuster, Universalmuseum Joanneum Neue Galerie Graz, Graz, Austria.

2014 : Ugo La Pietra. Disequilibrating Design, curated by Angela Rui, Triennale Design Museum,  Milan, Italy. (solo show).

2012: Goodbye Seventies, Palazzo Reale, Milan, Italy; Radical City, Archivio di Stato, Turin, Italy;

Living in Milan, Fondazione Mudima, Milan, Italy (solo show).

2010: Ugo La Pietra. Ceramics, Museo Hoffmann, Caltagirone, Italy (solo show).

2009: Ugo La Pietra. Architectural works from the 1960s and 1970s , FRAC Centre, Orléans, France (solo show); Ugo La Pietra. Ceramics, MIC, Faenza, Italy (solo show).

2008 : Ugo la Pietra, curated by Vittorio Fagone, Fondazione Mudima, Milan, Italy (solo show).

2007: Public, actions and ideas in the Seventies in Italy, Museo Villa Croce, Genoa, Italy; Seventies. The long decade of the short century, Triennale di Milano, Milan, Italy

 

Mercoledì 21 giugno ore 18.30
presso FM Centro per l'Arte Contemporanea

HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.036 secondi - Powered by Simplit CMS